2004
1
Ott

Cremisi

Commenti () - Page hits: 1250

"Anima enim omnis carnis in sanguine est".

Lev 17, 14

Il banchetto era finalmente imbandito.

Non era stato semplice arrivarci. Soprattutto a causa delle recenti vicissitudini che avevano fatto precipitare la situazione tanto improvvisamente quanto inaspettatamente.

Lui era imperturbabile e fermo, come sempre.

Io, il prediletto, ero seduto alla Sua sinistra.

Durante la cena il Vino aveva assunto un aspetto e un sapore insoliti. E lo dice uno che del Vino ha un'ampia conoscenza ed esperienza, forse persino troppa. Era nell'aspetto, nel colore: era quel Cremisi che pareva inondare e riflettersi su ogni cosa, per renderla Nuova, per farla Sua.

Lui ci aveva promesso la Vita Eterna. Ci aveva promesso che nell'Ultimo Giorno avremmo bevuto quello stesso Vino: Al Suo fianco: Nel Suo Nuovo Regno. E quel Giorno era ormai prossimo, anzi, imminente.

Eravamo diventati i Suoi vampiri: Diventeremo tutti i Suoi vampiri. I suoi parassiti. Ogni domenica, festivo e feriale: quando il Vino diventerà Sangue, per noi.

Ci porse così il Pane e il Vino.

Mangiare la Carne.

E Bere il Sangue. Dicono le Scritture: "L'anima di ogni carne è nel sangue".

Pasqua Satanica.

Poi cominciarono a piovere Sangue e Carni, e nessuno potè più ignorare, nessuno dubitare, che il Suo Momento era finalmente giunto.

Ioannes Februarius

Augusta Taurinorum, Ka. Ian. XXVIII Anno Satanas

[Giovanni Febbraio

Torino, 1 gennaio Anno 28 di Satana = 29 febbraio 2028 d. C.].

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 65 millisecondi