:: Home » Testi » In Xanadu 2
2005
1
Ott

Si chiama J. Reissman

Commenti () - Page hits: 1850

Si chiama J. Reissman ed è nato a Norimberga il secolo scorso. E’ il mio pianoforte.
Può essere appartenuto ad una bambina della Baviera, con le trecce bionde e i piedi che non arrivavano ai pedali oppure ad un gerarca nazista.
Quando non suono le corde si rattristano. Me ne accorgo appena tocco i tasti: sembrano delle educande al loro primo incontro galante. Anche l'odore del mobile non é dei migliori: profuma da sacrestia. Dopo qualche giorno si lasciano andare, il suono diventa corposo, pulito e il mobile emana un buon profumo. Dovessi descrivere questa sensazione con un'immagine prenderei una ragazza dai capelli lunghi e i seni scoperti, affacciata ad una finestra sul mare.
Poi, dopo un uso costante, le corde si stancano. Lo si avverte dal suono: qualche corda stride, un martelletto scricchiola, il pedale del forte s'allenta. Sembra quasi un'amante stanca.
Le mie note preferite sono il MI e il LA. Con queste due note si possono comporre pezzi ipnotici, suoni ammalianti come il canto delle sirene di Ulisse.
Il Re ha il colore della terra. Sta alla base, vicino al Do. Ha il colore del grano, dei campi coltivati. Il FA è viola. Mi ricorda tanto le marcee funebri, pezzi tristi, canti dell’addio. Il SOL è la nota dell’allegria, della vitalità, dell’estate. Suoni il sol e dal pianoforte sembra uscire un barattolo di vernice gialla.
Il SI è la nota bianca, quella che con la sua purezza osa arrivare in alto fino a lambire il DO il cui nome dice già tutto. Due lettere belle tonde e grasse che risultano corpose in bocca e anche alla vista. La prima scala che viene insegnata inizia e termina con il DO e quasi sempre gli esercizi iniziano dal Do "vicino al buco della serratura del piano", perché é lui a decidere chi deve entrare.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 30 millisecondi