2005
1
Ott

Punto di vista

Commenti () - Page hits: 1900

Adesso sembra tutto così diverso.
Non riesco a spiegare bene la sensazione che provo. Non posso dire neanche che sia dolore. Né tristezza. Perplesso forse lo sono, ma in modo lieve.
Ho alcune idee che mi navigano nella mente, alla deriva, trascinate da un vento di nostalgia.
Vorrei accarezzare i capelli ondulati della mia piccola, il mio amore. Vorrei bearmi del profumo della sua pelle o del semplice sapore dell’eccitazione. Vorrei ascoltare la sua morbida voce raccontare anche qualche insulsa sciocchezza. Ne sarei felice, pur di esserle a un palmo dal viso. Anche a occhi chiusi saprei immaginare le sue curve e le mia mani saprebbero sfiorare la sua pelle dorata dandole brividi lungo il corpo. Non sono sempre stato bravo in questo genere di cose. Ora, semplicemente, me ne rendo conto.
Vorrei vedere il mondo con gli occhi di adesso. Perché è proprio adesso che sembra tutto così diverso. E non me lo sarei mai aspettato. No di certo.
Mi piacerebbe respirare un po’ d’aria nuova, rompere la monotonia delle mie giornate. Vivere quello che ho sempre trascurato.
Ma da qui il mondo sembra molto piccolo. Piccolissimo. Anche se riuscissi ad aprire gli occhi non vedrei nemmeno il rosso cremisi del rivestimento interno, a dieci centimetri dal mio viso. Nemmeno il bel completo che indosso, con la mia cravatta preferita.
Adesso sembra tutto così diverso.
Quando sei un metro sotto terra guardi il mondo da un altro punto di vista.

28/07/05

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 42 millisecondi