2005
1
Ott

Mani da stringere

Commenti () - Page hits: 1350

Le braccia della mia mamma che mi culla e mi stringe, il suo calore protettivo.
Le passeggiate col papà, la scoperta della campagna e i fossi dorati, e quella musica dolce (tan tan ta tatatatatatatan tan, tatatatatatatan tan tan ta tan…) a far da sottofondo alla quiete del tramonto.
Il profumo delle patatine così speciali della nonna, e poi il gelato e lei che si raccomanda: "Mangiatelo piano che è freddo, sennò fa male!". E noi a ingoiarlo d’un fiato.
Io e mia sorella chiuse in camera ore davanti a un libro aperto pieno di immagini, creando un mondo nostro, inesauribile.
L’aria della primavera di quell’estate in cui sono tremante di fronte al ragazzo che ho sognato, lui che mi si avvicina e mi dà il primo bacio della mia vita.
Gli anni dell’università e quell’estate piena di colori con quegli instancabili amici, la deliziosa sensazione di magia nell’aria.
I viaggi in terre lontane dalla mia, in storie diverse dalla mia, in spazi sconosciuti.

A volte il ricordo della vita vissuta finora è così forte da perdere il fiato. Ci sono stati momenti terribili e lacrime che credevo non avrebbero mai smesso di scendere. Eppure ora loro non sono qui. La mente vuole salvare i colori più vivi e i profumi più dolci.
Non lasciare la mia mano. Voglio sentirla forte stringere la mia, voglio sentire tutta la sua energia. Voglio saper vedere i colori che sono intorno a noi, sentire il profumo dell’aria che ci avvolge e poterlo tornare a sentire sempre, senza dover chiudere gli occhi, quando vorrò.
Se riesco a sentirti davvero, ora, non sparirai. Ci sarai sempre, proprio come quel calore, quella musica, quel profumo, quei sogni, quella primavera, quella magia, quei luoghi mai del tutto abbandonati.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 40 millisecondi