:: Home » Eventi » 2006 » Marzo
2006
6
Mar

Sulle tracce di Hemingway in Friuli

di
Commenti () - Page hits: 800

A Cinemazero Gloria De Antoni, Franco Interlenghi e Antonella Lualdi
Sulle tracce di Hemingway in Friuli
Mercoledì 15 marzo 2006 all’Aula Magna Centro Studi di Pordenone
 
Alla presenza dell’autrice e degli attori Franco Interlenghi e Antonella Lualdi, sarà presentato in anteprima mercoledì 15 marzo alle 20.45 all’Aula Magna del Centro Studi a Pordenone Ritorno al Tagliamento, con Franco Interlenghi e Antonella Lualdi sui luoghi di “Addio alle armi” di Hemingway (2006), secondo documentario/reportage che Gloria De Antoni dedica ai grandi film girati in Friuli Venezia Giulia.

Gloria De Antoni si è cimentata in questo nuovo documentario dopo l'ottima accoglienza riservata dal pubblico al suo primo reportage. Questa volta, a quasi cinquant'anni dalle riprese del kolossal Addio alle armi (1957), tratto dal romanzo di Ernest Hemingway, a tornare sui luoghi delle riprese e in particolare a Venzone è Franco Interlenghi. L'attore festeggia proprio nel 2006 i primi sessant'anni di una brillante carriera, iniziata nel 1946 sul set di Sciuscià di Vittorio De Sica e che lo ha visto lavorare per i più grandi registi italiani: da Visconti a Rossellini, da Antonioni a Fellini, a Monicelli, e accanto ad alcune tra le star più famose del cinema internazionale.

Dei protagonisti di Addio alle armi, a tutt'oggi la maggiore produzione cinematografica che abbia interessato il Friuli come set, non è rimasto quasi nessuno. Il produttore hollywoodiano David O'Selznick, il protagonista maschile Rock Hudson, ma anche gli altri interpreti come Vittorio De Sica, Alberto Sordi, Leopoldo Trieste sono scomparsi, mentre la protagonista femminile, Jennifer Jones, è ormai completamente estranea al mondo del cinema.

Ha dunque un sapore ancora più esclusivo il ritorno al tempo delle riprese attraverso i ricordi di Interlenghi e di alcune persone del luogo che lavorarono come comparse o che comunque hanno ancora viva la memoria di quei giorni, conservata anche attraverso immagini fotografiche tenute come tesori. Ai loro ricordi e alle rievocazioni di un'epoca si alternano, nel documentario, le scene più significative e spettacolari di Addio alle armi.

Oltre che a Venzone, alcune riprese di Ritorno al Tagliamento sono state effettuate sulla strada militare di Tugliezzo sopra Stazione per la Carnia, dove al tempo  furono girate scene di massa con migliaia di comparse che, in divisa di alpini, salivano verso il fronte; e a Udine, in Piazza Libertà, che non fu location di Addio alle armi ma, come il Tagliamento, testimone reale di importanti fatti storici legati alla Grande Guerra.

Se è il cinema ad essere al centro del documentario, un secondo importante aspetto è quello di ritrovare e rimettere insieme le tracce della presenza vera e propria di Ernest Hemingway in Friuli. Un compito affidato soprattutto a Carlo Gaberscek, che in una lunga prefazione e con l'aiuto di interviste a persone che conobbero lo scrittore, mette bene in evidenza il legame di Hemingway con queste terre e in particolare con la Bassa friulana, che ebbe occasione di visitare a più riprese. Tra il 1948 e il 1954, fu spesso ospite di famiglie signorili locali, a Latisana, a Villa Ivancich a San Michele al Tagliamento, a Villa de Asarta a Fraforeano di Ronchis, a Villa Kechler a San Martino di Codroipo.

Ideato e realizzato dalla De Antoni con l'amichevole collaborazione del suo storico compagno televisivo Oreste De Fornari, che non manca di impreziosire l'opera con un suo brillante intervento, Ritorno al Tagliamento è prodotto dalla Cineteca del Friuli con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia.

 
 
Disponibili a richiesta immagini ad alta definizione.
 

Con preghiera di pubblicazione

 
Cinemazero/Ufficio Stampa
Piazza della Motta-exConvento S.Francesco
33170 Pordenone
tel. 0434.520404 - fax 0434.522603
e-mail: ufficiostampa@cinemazero.it
http://www.cinemazero.org/

 
 
 


 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 39 millisecondi