:: Home » Eventi » 2010 » Febbraio
2010
16
Feb

Arè Rock Festival al via il 25 febbraio

Commenti () - Page hits: 1700
 
 
Il calendario del concorso nazionale Arè Rock Festival al via il 25 febbraio
Mancano ormai pochi giorni dall’avvio della quarta edizione dell’Arè Rock Festival: il concorso nazionale, organizzato dall’associazione culturale Europa Giovane a Barletta (BT) partirà infatti con il primo dei suoi dieci appuntamenti settimanali il 25 febbraio al Donky a Barletta. La manifestazione ha ottenuto quest’anno ben 302 iscrizioni da tutta Italia, dalla Lombardia alla Calabria, dal Piemonte alla Sardegna, dal Lazio alla Puglia, grazie anche alla presentazione del concorso presso lo stand del MOMArt (Motore Meridiano delle Arti)  al M.E.I. di Faenza. Questo il calendario delle dieci serate di qualificazioni live con i nomi delle 30 band selezionate dalla commissione artistica:
 
25 Febbraio
Marvanza (Monasterace RC) reggae dub
Carión
(Bari) indie rock
Bicycle Beat
(Barletta) elettro-rock

4 Marzo
Aedi (Macerata) indie rock
Falena (Bari) indie rock
Il Sogno (Bari) pop rock
 
11 Marzo
Wheelman on Bushpig (Roma) industrial stoner
Shoe’s Killin Worm (Foggia) rock
Gruppo Zed (Siano-SA) musica etnica sperimentale
 
18 Marzo
Madrezma (Bari) rock
Banda Mariù (Roma) indie rock
Sei ore Dopo (Canosa) indie rock

25 Marzo
Barack e Burattini (Levane Montevarchi AR) rock
Il Cavaliere (Barletta) rock elettro-cantautorale
Figli di Bacco (San Giovanni Rotondo) folk-rock

1 Aprile
Mooseek (Velletri) alternative rock
La Fabbrica (Firenze) rock
Gardenya (Trani) melo grunge

8 Aprile
La Biblioteca Deserta (Monopoli) post rock
Funky Pushertz (Torre del Greco) funky rock
Il Paziente Zero (Giovinazzo) alternative rock
 
15 Aprile
Shide (Bari) rock
Private Kill (Bari) alternative rock
About Wayne (Roma) nu-rock
 
22 Aprile
Bloz inc. (Barletta) industrial-rock
Management del Dolore Post-operatorio (Lanciano CH) disco-punk
Mr. Connecticut (Reggio Calabria) pop elettronico
 
29 Aprile
Il Mio Artista Preferito (Nereto TE) indie
Smugglerz (Carrara MS) crossover
Shabadà Orchestra (Napoli) folk meridional patchanka
 
I gruppi che nella classifica stilata dalla giuria tecnica delle selezioni live si piazzeranno alle prime 10 posizioni accederanno alle due semifinali; i migliori cinque approderanno poi alla finale. Ogni evento avrà ospiti prestigiosi di calibro nazionale o internazionale. In palio per il gruppo vincitore 2000 euro.
L’Arè Rock Festival è ormai una delle più importanti vetrine musicali del Sud: lo dimostra il numero di iscrizioni ricevute per l’edizione 2010 ma anche la qualità della selezione musicale proposta al pubblico. Il fiuto per autentici talenti che la manifestazione ha avuto nei primi tre anni della sua storia è dimostrato dal percorso che stanno compiendo pressoché tutte le band che sono passate dall’Arè, in primis ovviamente i vincitori. Nel 2007 infatti la palma della vittoria andò a Giovanni Block, pochi mesi dopo premiato come migliore autore emergente al Premio Tenco; nel 2008 toccò alla Fame di Camilla, che esattamente un anno dopo ha firmato per la Universal e parteciperà proprio in questi giorni a Sanremo nella categoria Nuova Generazione, mentre nel 2009 vincitrice del concorso è stata Erica Mou, premiata come rivelazione Indie Pop (al pari della Fame di Camilla) al M.E.I. 2009.
Ospiti del festival sono stati nel 2007 le icone italiche del post-rock, i Giardini di Mirò, nell’ambito del tour dell’acclamato album “Dividing Opinions”, nel 2008 la Chop Chop Band, (reggae/rock/electronica), gruppo in attività dal 1992, che ha ottenuto in questi anni ottimi riscontri in Italia e all’estero e nel 2009 Max Gazzè: l’artista è stato applaudito da oltre 5000 persone per la prima tappa del suo “Casi Ciclici Sinteti-Tur”, che l’ha visto sul palco con Megahertz (già al fianco di Morgan soprattutto, ma anche musicista de La Sintesi e di Lele Battista, di Giuni Russo, DB Boulevard, I Cosi) e Sergio Carnevale (già nei Bluvertigo).
L’Arè Rock Festival sostiene Italians For Darfur, movimento per la promozione dei diritti umani in Darfur, ed Emergency: allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su ciò che accade nella travagliata regione sudanese, è prevista anche quest’anno una sezione speciale intitolata “Una canzone per il Darfur”, per cui le band possono segnalare una loro canzone.
La manifestazione si avvale come mediapartner del programma inglese Radio Sophia di Emilia Telese (Radio Reverb, Brighton, UK), del quinto portale di informazione musicale italiano per numero di visitatori, Musicalnews.com, che ha seguito la manifestazione con articoli e recensioni di ogni singola data, della rivista online di musica e cultura Mescalina.it, che ha recensito i demo dei migliori gruppi dell’edizione 2009, del primo mensile gratuito di musica e concerti nato in Italia, MusicClub, del sito di informazione musicale MusicBoom.it, della webzine di musica, teatro, libri e cultura SaltinAria.it, di Italianissima.net – canzoni per sognare, poesie in musica, visitatissimo sito dedicato alla Musica Italiana, di Gufetto.it, magazine che si occupa di musica, libri, teatro, cinema e tanto altro ancora e di IThink Magazine, interessante mensile di cultura e società. Sono inoltre in via di definizione in queste ore altre collaborazioni con radio, tv e mezzi di informazione.

Tutte le info su questa e altra edizione dell’Arè Rock Festival nei siti:
 Jole Silvia Imbornone
Ufficio stampa Arè Rock Festival ufficiostampa@arerockfestival.it
Contatti
Presidente Europa Giovane Francesco Scatigno staff@arerockfestival.it
Direttore Artistico Giuseppe Defazio direzioneartistica@arerockfestival.it
marketing@arerockfestival.it organizzazione@arerockfestival.it
ufficiostampa@arerockfestival.it segreteria@arerockfestival.it
 
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 353 millisecondi