:: Home » Eventi » 2007 » Maggio
2007
13
Mag

Evoluzione 14

Commenti () - Page hits: 750

Evoluzione 14
di Marco Milani

Collana FantaScienza © Magnetica Edizioni 2007
ISBN 978-88-89889-30-5
pag. 123 - € 10

La drammatica serietà della vita sulla punta di un sorriso, anche quando il sorriso non ha posto tra le storie proposte. Dalla ScienceFiction più tecnologica alle favole per bambini, di quelle che fanno piacere anche agli adulti perché il sapore che rimane sulle labbra sa di onirico, di fantasia, di un sogno.

La visione del mondo vi apparirà, dopo l’ultima pagina, tutto sommato la stessa ma depurata, arricchita da una filosofia che richiama alla mente filamenti orientali, come se il senso zen delle cose vi avesse non rapito, ma si fosse intrecciato con i vostri pensieri, con la vostra anima.

Tutte le info su www.domist.net
alla pagina www.domist.net/marcomilani/mmLIBRI.htm

se voleste ordinare il libro basta una semplice email a:
ordini@magneticaedizioni.it

oppure dal sito di Magnetica Edizioni
alla pagina ordini o catalogo


EVOLUZIONE 14

PREFAZIONE di Sandro Battisti

 

 

 

Marco Milani, ovvero il gusto ironico delle osservazioni minute.

 

Mi abbasso senza chinarmi, per vedere se la mia faccia è bruciata e se sono ancora vivo. Si spera sempre, illusione e dedizione insensata all’utopia del vivere fisico.

Mi vedo come fossi in un acquario, ovviamente come turista nella passeggiata obbligatoria, e sopra di me è una parete trasparente. La mia faccia, posta lateralmente, è lì appoggiata. Sono morto e la mia faccia è bruciata in un tizzone annerito.

Sono proprio morto! Capita.

 

Quello che avete appena letto è un piccolo brano estrapolato da un racconto di quest’antologia. E’ solo un esempio, uno dei tanti che lo scrittore ama disseminare nei suoi scritti; lo fa perché, ovviamente, questa è la sua natura. Lo fa perché ama descrivere, spesso ironicamente, drammi tutt’altro che lievi, punti di vista improvvisi figli situazioni bizzarre, eppure vere; un soffio lasciato andare non per istinto, ma per seguire il bisogno di esporre il dettaglio fotografico che vede lui, con gli occhi della sua anima.

I temi trattati dall’autore sono molteplici, come i generi che usa per esprimersi: si va dalla ScienceFiction più tecnologica alle favole per bambini, di quelle che fanno piacere anche agli adulti perché il sapore che rimane sulle labbra sa di onirico, di fantasia, di un sogno lasciato lì a gorgogliare nel placido di un bosco estivo. Non troverete mai un brano che vi provocherà disgusto, nulla di un genere sanguinolento o sopra le righe: a Marco piace farvi ragionare, farvi percepire sulla pelle percezioni che fanno parte di un universo non violento e che, tuttavia, comprendono pure tutta la bruttura pensabile del mondo. Lo fa con stile, usando garbo e signorilità, anche quando il tema è rude.

 

La drammatica serietà della vita sulla punta di un sorriso: così verrebbe da definire quest’antologia, anche quando il sorriso non ha posto tra le storie proposte; la visione del mondo vi apparirà, dopo l’ultima pagina, tutto sommato la stessa ma depurata, arricchita anzi, da una filosofia che richiama alla mente filamenti orientali, come se il senso zen delle cose vi avesse non rapito, ma si fosse intrecciato con i vostri pensieri, con la vostra anima.

Leggendo alcuni racconti qui contenuti viene spontaneo paragonare l’autore a un Ray Bradbury nostrano - quello di Cronache Marziane, per capirci. Poi, però, diventa obbligatorio shiftare verso altri autori più propriamente cyberpunk tenendo bene a mente alcune lezioni fantasy, fino a sfiorare e centrare suggestioni dickiane con un ritorno di fiamma di pure estrapolazioni sociologiche. Oltre questi scenari, ci sono le asperità e le tinte nere, il gusto per i paradossi: solo così, con tutte queste sfumature di colore, possiamo in qualche modo definire la presente antologia. Solo così riusciremo a percepire ombre di altri continuum che si aggrappano a noi con una quieta disperazione da sembrarci sogni, da apparirci paradossi e che, invece, rivelano l'ottima conoscenza da parte di Milani del mondo delle ombre, di cui si dipinge fino a diventare possessore di una calma interiore, tipicamente propria dei monaci tibetani.

 

*

* *

 

La verve ironica dell’Evoluzione riempie il buio che si connette ai lettori; basta soltanto lasciare inserito il cavetto emozionale e farsi avvolgere dall’oscurità delle epoche in cui gli umani, ancora non erano: siate lettori di questo palcoscenico che vi ho introdotto, non ve ne pentirete.

 

Buona lettura…

Sandro Battisti

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 35 millisecondi