:: Home » Eventi » 2006 » Ottobre
2006
3
Ott

Il viaggio dantesco

Commenti () - Page hits: 850

Riscoprire Dante attraverso la letteratura di viaggio dell’Ottocento e le suggestioni

che gli scrittori hanno riportato nei loro diari

Il Viaggio Dantesco

di Raffaella Cavalieri

(Edizioni Robin – Biblioteca del Vascello)

“Ogni secolo ha il suo profeta preferito, il più amato. C’è stato il tempo di Petrarca,

quello di Metastasio, quello del Tasso; il nostro è il secolo di Dante… Foscolo e Rossetti hanno reso la Divina Commedia talmente popolare in Inghilterra che ricordo di aver visto

turisti inglesi passeggiare sulle colline di Sorrento con Dante in tasca, e ragazze inglesi

sedute vicino a qualche statua o fontana nei giardini pubblici di Napoli

assorte nella lettura del loro dante tascabile”

Francesco De Sanctis

Su Dante Alighieri, sulla sua vita, sulla sua opera e sulle influenze che ha inevitabilmente apportato alla nostra cultura e alla nostra lingua, sembra ormai che gli studiosi abbiano ben poco da aggiungere. Raffaella Cavalieri però si è interrogata sugli aspetti inesplorati dell’influenza di un autore che ha affascinato lettori di ogni epoca riscoprendo un aspetto inusuale del poeta fiorentino: la dantomania dei viaggiatori dell’Ottocento, ovvero ripercorrere i luoghi in cui Dante e i personaggi della Commedia hanno vissuto. Infatti, accanto al tradizionale Grand Tour che molti giovani intraprendevano nel nostro paese, si affianca il viaggio intrapreso da alcuni scrittori che hanno voluto seguire le orme di Dante, vedere e scoprire se ancora esistevano i luoghi, le città o solo dei semplici paesaggi che Dante aveva percorso, visto e in cui aveva risieduto. Raffaella Cavalieri, in particolare, ha voluto ripercorrere il viaggio di alcuni importanti scrittori tra cui Jean-Jacque Ampère (autore di Voyage dantesque), Alfred Bassermann (autore del saggio Dantes Spuren in Italien) e Ella Noyes (autrice di The Casentino and its Story). Abilmente, e con una scrittura che non scende mai nell’accademico ma rispecchia le suggestioni che vengono raccolte in questi diari di viaggio, Raffaella Cavalieri traccia un fil rouge che ripercorre, attraverso suggestive e poetiche citazioni i luoghi che questi tre scrittori del passato ci hanno lasciato, un immaginifico viaggio nell’Italia dei primi anni dell’Ottocento. Dai loro viaggi Ampère, Bassermann e in particolare l’inglese Ella Noyes hanno riportato non solo emozioni, ma anche acqueforti, schizzi a matita, stampe dei paesaggi dell’Italia di allora; immagini che la Cavalieri ha ricercato e inserito in questo suo saggio affinché anche il lettore moderno possa rivivere visivamente questi viaggi alla riscoperta delle fondamenta della nostra cultura.

Raffaella Cavalieri è ricercatrice presso l’Università di Siena, specializzata nella letteratura di viaggio di grandi autori del passato.

Collana I Libri Saggi Euro 10,00 Pagg. 168 ISBN 88-7371-242-8

Per informazioni o ricevere il libro rivolgersi a:

con.testi - Editoria & Comunicazione

Roberta Di Donato - Ufficio stampa Robin-Biblioteca del Vascello

Via Massena 91 - 10128 Torino - Tel 011 5096036 – stampa.robinedizioni@contesti.it

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 83 millisecondi