:: Home » Eventi » 2004 » Dicembre
2004
7
Dic

Mostra Roehrssen

Commenti () - Page hits: 1200

GUGLIELMO ROEHRSSEN

AL MUSEO MINERALOGICO CAMPANO – Fondazione Discepolo

Via San Ciro, 2  Vico Equense (NA)
www.museomineralogicocampano.it

 

 

 


Sarà inaugurata sabato 11 dicembre 2004, alle ore 11.00, e resterà aperta sino a lunedì 28 febbraio 2005, la mostra curata da Maurizio Vitiello, intitolata “Evoluzione di donna”, con una significativa opera dell’artista futurista Guglielmo Roehrssen, oggi 91enne, negli accoglienti spazi del “MUSEO MINERALOGICO CAMPANO Fondazione Discepolo”, diretto da Umberto Celentano (Via San Ciro, 2  80069 Vico Equense – NA; tel./fax 081/801.56.68; www.museomineralogicocampano.it).
Interventi, alle ore 12:00, di Stefano Arcella, Umberto Celentano, Bruno Discepolo e Maurizio Vitiello.

Sino a lunedì 28 febbraio 2005.

Orario: martedì-sabato: 9.00-13.00/17.00-20.00; domenica: 9.30-13.00; lunedì: chiuso.

 

 

Scheda della mostra a cura di Maurizio Vitiello

 

E’ esposta una sola opera, intitolata “Evoluzione di donna” - si tratta di un legno patinato del 2001 -che ben inquadra, con quattro tagli decisi, icastici riferimenti rivolti all’universo femminile.  

Quest’esposizione, che durerà sino a lunedì 28 febbraio 2005, vuole essere un omaggio nei confronti di un artista, che, a 91 anni, è ancora operante ed in piena vivacità di pensiero.

Guglielmo Roehrssen è nato a Ercolano (Napoli) il 10.11.1913. Cugino, per parte materna, di Pepe Diaz, discende dalla famiglia insignita del titolo di conte di Cammarata in Sicilia e, poi, erroneamente trascritto all’anagrafe napoletana in Cammerata. Da giovane, è discepolo del bravo scultore Umberto Rancher e segue la "Scuola del Nudo" all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Esordisce in pubblico come scultore futurista, esponendo "Volo" e "Motore" alla mostra futurista al "Gran Caffè dello Sport" di Napoli (16.03.1933), organizzata da Buccafusca, Cocchia e Caracciolo. I temi preferiti sono quelli che si prestano al dinamismo plastico: concernono il mondo dello sport, la vita dei motori, avvenimenti politici, che esaltano fortemente l’orgoglio nazionale. Tra le opere più significative in tale ambito sono: "La parata" (1930), "Goal salvato" (1930), "Vortice" (1931)", "Giocatori di calcio" (1932) conservata al Museo dell’Istituto Statale d’Arte "Filippo Palizzi" di Napoli, "Sciatrice" (1932) bassorilievo acquistato dal Ministero della P.I., "Navigando verso est" (1933) terracotta, "Nastro azzurro" (1934) sottorilievo in terracotta, "Volo" (1934) gesso in stile boccioniano, "Motociclista" (1934) 1° Premio della Mostra "Napoli nel Mondo" del 1989, "Africa te teneo" (1935) terracotta. Come grafico, realizza progetti per cartelle per la "Giornata della Tecnica" (1934), per la "Propaganda Aerea" (1935), e per cartoline come per la "Milizia Contraerea" (1936). Partecipa a numerose esposizioni e ai concorsi dei Littoriali: II Mostra Sindacato Fascista Belle Arti Campano in Castelnuovo (Napoli, 1930), Mostra di Arte Sacra di Padova (1931), IV (1934) e V (1935) Mostra del Sindacato Interprovinciale Fascista Belle Arti Napoli, Littoriali di Firenze e di Palermo (1934), di Roma (1935) e successivi. Nel 1940 interrompe l’attività artistica per la chiamata alle armi. Dal 1944 si dedica all’insegnamento di materie artistiche nelle scuole secondarie e solo nel corso degli anni Ottanta, riprende a scolpire, dipingere e progettare, coniugando interessanti moduli di dinamismo plastico con altri di tendenza, vena ed impulso astrattizzante.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 62 millisecondi