:: Home » Eventi » 2006 » Giugno
2006
6
Giu

I Vincitori di EcovisionFestival 2006

Commenti () - Page hits: 900

I VINCITORI DI ECOVISIONFESTIVAL 2006
THE WINNERS OF ECOVISIONFESTIVAL 2006

"RAIN IS FALLING" BY HOLGER ERNST WINS ECOVISIONFESTIVAL 2006

Palermo, May 29th, 2006 – The second edition of EcoVision, festival of Environment & Cinema, organized by DOC Daniele Ottobre Comunicazione, has been won by “ Rain is falling ” . The German director Holger Ernst , 34 years old, presents last night at the Botanical Garden together with the other winners , has gained the prize of € 15.000,00 offered by Banca Nuova . It is been decided from the Jury presided by the cinema critic Ernesto G . Laura and composed by Maria Pia Farinella, Claudio Carabba and Mireille Pagano Chiocca .

" Rain is falling " is a short film with a lenght of 15 minutes , shot in Morocco : protagonist a little girl who walks for kilometers to bring water back home to quench the thirst of her sick mother . When she comes back home, along impracticable and dusty roads , it begins to rain . The humble home doesn’ t resist to the beating rain and the girl to avoid that her mother could be bathed , she protects her with a glass whic h empties drinking from time to time. A short film full of feelings where love and humanity are actions that can fill the distances both among men and cultures .

AMG ENERGIA Prize of € 3.000,00 for the best film of the Environmental-Sociological section to "Sulle tracce del gatto" by the Italian direc tors Andrea Caccia and Vittorio Moroni . In the Brazilian North-East the fazendas search for workers to deforest hectares of the Amazonian Forest and they use to call the ganger "Ca t". Who follows the “cat” will not find the promised money, but an inextinguishable debt . This documentary film is a story and a trip among who exploits , who is exploited and who struggles .

AMAT Prize of € 3.000,00 for the best film of the Panorama section goes to “Stella” of the German Anke Hentschel . Also this is the story of a seven year-old girl who sees to home her drunk father , but her love for him is painfully put to the test.

AMAP Prize of € 2.500,00 for the best film of Ecotourist section to " Conflict tiger" by the English director Sasha Snow . Man-eater tigers’ are the protagonists of this docu-thriller , which is a combination of set-up shots and archive material. This is an epic and extreme confrontation between man and animals .

At last three Mentions : for the best film of the Special Section “ Feature Film” to " Orques de Croizet , David et Golia" by the French directo r Jean Francois Barthod . In the archipelago of the Croizet Islands , a cameraman has the extraordinary talent to individualize , to approach and to domesticate some of the most wild animals present on the Earth .

Another mention for the best film of the Special Section “ Feature Film” to " Arktika : the Russian dream that failed " by the Canadian director Gary Marcuse . The film portrays the history of the Western Russia, from the Czar Age until the environmental collapse of the Soviet Era.

For the Ecoschool section , mention to the film of the Italian Marco Leopardi , “Oltre la sbarra” . Chernobyl seems by then a faded memory , but till now, 20 years after the accident , the rigid roadblocks which highly forbidden the entry to the radioactive areas are the testimony of an ever ended emergency.

“CADE LA PIOGGIA” DI HOLGER ERNST VINCE ECOVISION 2006

PALERMO 29 MAGGIO 2006 - La seconda edizione di EcoVision, il Festival di Ambiente e Cinema, organizzato dalla Doc Comunicazione, è stata vinta da “ Rain is Falling ” . E’andato al regista tedesco Holger Ernst , 34 anni, presente ieri sera all’Orto Botanico insieme agli altri vincitori, il premio di 15.000 euro offerto da Banca Nuova . Lo ha deciso la giuria presieduta dal critico cinematografico Ernesto G. Laura e composta da Maria Pia Farinella, Claudio Carabba e Mireille Pagano Chiocca .

“La pioggia cade” è un cortometraggio di 15 minuti girato in Marocco: protagonista una bambina che cammina per chilometri per recuperare un pò d’acqua per dissetare la mamma malata. Quando fa ritorno a casa, lungo strade impervie e polverose, inizia a piovere. La umile casa non resiste alla pioggia battente e la bambina per evitare che la madre si possa bagnare, la protegge con un bicchiere che svuota bevendo di tanto in tanto. Un cortometraggio denso di sentimenti dove amore e umanità sono azioni che possono colmare le distanze sia tra gli uomini che le culture.

Premio AMG Energia di 3.000 euro (come le altre due Spa che hanno sostenuto la manifestazione), per il miglior film della Sezione Ambientale – Sociologica a “Sulle tracce del gatto” degli italiani Andrea Caccia e Vittorio Moroni . Nel nord-est brasiliano le fazendas cercano lavoratori per disboscare ettari di foresta amazzonica e si servono di un caporale chiamato gatto’ . Chi segue il gatto’ non troverà il denaro promesso, ma un debito inestinguibile. Il documentario è un racconto e un viaggio tra chi sfrutta, chi è sfruttato e chi lotta.

Premio AMAT per il miglior film della sezione Panorama’ va a “Stella” della tedesca Anke Hentschel . Anche questa è la storia di una bambina di sette anni che accompagna a casa il padre ubriaco, ma il suo amore per lui è drammaticamente messo alla prova.

Premio AMAP per il miglior film della Sezione Ecoturistica a “ Conflict Tiger” dell’inglese Sasha Snow . Le “tigri mangiauomini ” sono protagoniste di questo docu-thriller , che combina riprese riscostruite e materiale d’archivio. Un confronto epico estremo nel confronto tra uomini e animali.

Infine tre menzioni : per il miglio film della Sezione speciale al lungometraggio “ Orques de Croizet , David et Golia” del regista francese Je an Francois Barthod . Nell’arcipelago delle isole di Croizet un cameraman ha il talento straordinario di individuare, avvicinare e addomesticare alcuni degli animali più selvaggi presenti sulla terra.

Altra menzione per il miglior film della Sezione speciale Lungometraggio ad “ Artika : the russian dream that failed ” del regista canadese Gar y Marcuse . Il film ritrae la storia della Russia occidentale dell’epoca degli Zar sino al collasso ambientale dell’era sovietica.

Per la Sezione Ecoscuola menzione al film dell’italiano Marco Leopardi , “Oltre la sbarra” . Chernobyl sembra ormai un ricordo sbiadito, ma ancora oggi, 20 anni dopo l’incidente, i rigidi posti di blocco che vietano l’ingresso alle zone altamente radioattive sono la testimonianza di un’emergenza mai finita.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 55 millisecondi