:: Home » Eventi » 2006 » Aprile
2006
14
Apr

Le ceneri dell'amante cinese

Commenti () - Page hits: 950

Una nuova inchiesta dell’ispettore Luce Schlomo tra la corruzione  dell’editoria francese

Le ceneri dell’amante cinese
di Hubert Haddad

 (Robin –Biblioteca del Vascello)

 

“Più tardi, in boulevard de Ménilmontant, girovagò sotto le robinie, in cerca di una bettola…

 L’aria era satura di spezie. Una folla meticcia occupava la strada e i larghi marciapiedi. I venditori di bottarga, di orologi o di gelsomini circolavano fra i gruppi rumorosi di arabi o africani e fra i tavolini all’aperto dei caffé

dove certe vecchie dalle facce incartapecorite, coperte di gioielli e di stracci,

aspiravano nostalgicamente l’arietta di La Goulette nella notte incombente”

 

Con il romanzo Le ceneri dell’amante cinese ritorna Luce Schlomo, l’ispettore crepuscolare e nostalgico nato dalla penna dello scrittore franco tunisino Hubert Haddad.

Schlomo, che alla Parigi sfavillante del centro predilige le strade del quartiere multietnico di Belleville e confondersi fra le voci della sua umanità  semplice e chiassosa, si vede costretto questa volta a indagare sulla morte dello scrittore Jérme Carné, inchiesta che lo condurrà all'interno del brillante e corrotto mondo dell'editoria francese. Quello di Jérme Carné, purtroppo, sarà solo il primo di una serie di omicidi che renderanno il caso sempre più ingarbugliato; l’unico fil rouge una giovane e misteriosa ragazza cinese che Schlomo aveva salvato dalle acque del canale Saint-Martin e che ritroverà ancora nel corso della sua inchiesta.

Con occhio attento e spesso auto-ironico, Haddad non esita a far risaltare in questo suo secondo noir  il contrasto tra il mondo degli scrittori francesi che dietro al velo patinato della notorietà rivela anche sottili e ben occultate crudeltà, e quello della gente comune che vive e anima le strade della Parigi multietnica di oggi.

Hubert Haddad, nato in Tunisia nel 1947, vive a Parigi da sempre. Ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie a vent’anni. Ha scritto poi una cinquantina di opere fra cui romanzi, saggi, racconti e pièce teatrali. Nel 1998 ha pubblicato “Tango d’oriente” sotto lo pseudonimo di Hugo Horst.

 

Collana I luoghi del delitto
Pagg. 168 Euro 9,00 ISBN 88-7371-209-6

In libreria dal 13 aprile 2006

Per informazioni o ricevere il libro rivolgersi a:
con.testi - Editoria & Comunicazione
Roberta Di Donato - Ufficio stampa Robin-Biblioteca del Vascello
Via Massena 91 - 10128 Torino - Tel  011 5096036 – stampa.robinedizioni@contesti.it

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 89 millisecondi