:: Home » E-Book » 2006 » Marzo
2006
27
Mar

Il Passato allo Specchio

Commenti () - Page hits: 1800
Dettagli
Genere: horror
Lingua: italiano
Lunghezza: circa 30500 parole (tempo di lettura: 96-138 minuti)
Prezzo: Gratis
Descrizione: Un romanzo breve che, per tematiche e stile, sa ricordare i classici del genere. Una narrazione dal passo lento e inquietante, per una storia solitaria e da brivido, in cui l'''eredità'' degli antenati oscilla tra il dono e la maledizione.
Estratto

1




Sono seduto in veranda, in questa notte primaverile, come già in molte altre che la precedettero. Un leggero vento soffia nei campi, portandomi il profumo della terra, intenso e vivo dopo la pioggia del pomeriggio. Sento il cielo stellato sopra di me, in una quiete che non sembra di questo mondo.
Nella mia mente, ora, scorrono di nuovo le immagini della vita che mi ha condotto qui, tutto ciò che mi è accaduto da quando, per la prima volta, la voce del mio passato allo specchio risuonò nelle mie orecchie. Non la sapevo ancora riconoscere, allora. Ricordo la paura, ricordo l'orrore e il timore di essere pazzo, di sentire la morsa della mia famiglia, quel destino che pesava su di essa come la più oscura ed empia delle maledizioni.
Quanto tempo è passato! A volte mi sembra che sia stato solo un lungo, lunghissimo sogno, come quelli che mi sussurrano ora. In quei momenti, quando tutto il mondo attorno a me mi appare falso, irreale, vorrei poter riaprire gli occhi, per ritrovarmi nel mio letto di casa, quella casa in cui vivevo in città, una volta, col mio lavoro e coi problemi banali di ogni giorno.
A volte penso di essere perso in una folle allucinazione, immagini create dalla mia mente malata, che non hanno nulla di concreto. Chiunque la vedrebbe così, chiunque mi considererebbe un pazzo, se sapesse tutto ciò che ho provato, o che ho creduto di provare, in questi mesi. In fondo, nemmeno io posso più fidarmi dei miei sensi, di quei cinque sensi con cui una volta m'immergevo nel mondo, come se non vi fossero altre realtà al di fuori di quella, misera, che percepivo.
Sbagliavo.
La mia mente, ora, può vedere con molta più chiarezza dei miei occhi. O sono accecato dalla follia? Non lo so. Credo che la verità sia quella in cui ora mi trovo, la sedia di legno sotto l'antica veranda, i campi coltivati che si perdono verso l'orizzonte buio. La posso sentire, è solida e concreta contro le mie dita. Ma tutto il resto? Tutto quello che mi ha chiamato qui, attraverso i secoli, la voce che mi parla ogni giorno: esiste davvero? O sono pazzo?
È il dubbio che mi ha perseguitato per tutti questi mesi, segnando la mia vita. Non c'è stato giorno senza che io mi sia posto questa domanda, assieme a mille altre domande. Adesso ho finalmente tutte le risposte che voglio: i ricordi che ho inseguito a lungo, memorie della mia infanzia e della mia gente, ora mi sono chiari, come se li stessi vivendo in questo istante.
Una sola questione resta ancora irrisolta. È tutto vero o è tutto un'allucinazione? All'inizio, ancora non potevo credere a quello che mi stava succedendo. Rifiutavo di accettarlo, rifugiandomi in ogni possibile spiegazione razionale. Dopo tutto ciò che ho vissuto, però, sono sempre più convinto che questa sia la realtà, la verità, per quanto assurda e incredibile possa apparire.
Una parte di me fugge ancora da questa consapevolezza, ma di giorno in giorno diviene più debole, più piccola. Non so quale delle due sia la follia, se quella che vince o quella che perde. Non importa. Questo è il mondo che ho scelto di vivere, il mondo che ho scelto di costruire con le mie mani e con il Suo aiuto. Ho accettato di seguire il richiamo del passato, quel destino che il mio sangue aveva scritto per me già da millenni. Il resto non conta più.
Ho accettato? O sono stato costretto? Ho scelto liberamente? O mi è stato imposto?
È questo che sto cercando di capire, ora. È per questo motivo che voglio ripetere a me stesso tutto quello che è accaduto, tutto ciò che ricordo. La mia scelta è stata fatta, ormai, ed io non potrò più fuggire da essa. Eppure, ancora mi ostino a cercare un perché, anche solo per dare una risposta a me stesso, alla parte della mia coscienza che mi ripete «Pazzia! Pazzia!». È una voce sempre più debole, eppure il dubbio non mi abbandona, non del tutto.
Ripercorrerò questo ultimo anno e mezzo di vita, tutto ciò che è avvenuto in esso, ogni cosa che ho visto o sognato. E alla fine avrò la mia risposta, ne sono sicuro. Alla fine, anche la voce fastidiosa sarà messa a tacere, una volta per tutte. E io sarò libero di seguire il mio cammino.
Se questa è solo pazzia, ne accetterò le conseguenze. Se invece è verità, allora saprò di aver fatto la sola scelta possibile. Sono sempre più convinto che questo fosse il mio dovere, il ruolo che già tanti miei predecessori accettarono. Da quando quell'oggetto è entrato nella vita della mia gente, assieme a Colui che dorme là sotto. Verità o follia?

...continua...

Download
e-paperback
266 kb
Contiene testo/immagini
non richiede lettore esterno
leggibile solo su Windows
il file verrà scaricato compresso come .ZIP
143 kb
Contiene testo/immagini
richiede lettore lettore Windows o lettore Java (gratuiti)
leggibile su Windows + (con lettore Java) Mac / Linux...
il file verrà scaricato compresso come .ZIP
e-pub
125 kb
Contiene testo/immagini
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Windows / Mac / Linux / WinCE / Palm / Cellulari / iPhone/iPod Touch (con Stanza)...
PalmDOC
90 kb
Contiene solo testo
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Windows / Mac / Linux / WinCE / Palm / Cellulari...
il file verrà scaricato compresso come .ZIP
PalmReader
86 kb
Contiene testo/immagini
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Palm / WinCE / Windows / Mac
il file verrà scaricato compresso come .ZIP
93 kb
Contiene testo/immagini (hires)
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Palm / WinCE / Windows / Mac
il file verrà scaricato compresso come .ZIP
MS Reader
119 kb
Contiene testo/immagini
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Windows / WinCE
Adobe PDF
218 kb
Contiene testo/copertina
richiede lettore (gratuito)
leggibile su Windows / Mac / Linux / PocketPC / Palm OS / Symbian OS...
0 kb
Contiene testo/copertina
ottimizzato per Sony Reader
0 kb
Contiene testo/copertina
ottimizzato per iLiad
Per i formati in cui è richiesto un lettore (un programma aggiuntivo che consenta la visualizzazione dell'e-book) nella descrizione sulla destra è fornito anche il link al più comune di questi programmi scaricabili gratuitamente.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Adriano Marchetti

Nato a Fidenza nel 1979, ha conseguito la maturità classica nel 1998, presso il locale liceo. In seguito, ha vissuto per cinque anni a Venezia, studiando presso l'università “Ca' Foscari”, fino al conseguimento, nell'estate 2003, della laurea in Lingue e Civiltà Orientali (Giapponese), con indirizzo di studî filosofico-religioso.
Attualmente si occupa dell'insegnamento della lingua giapponese e di traduzioni dalla medesima.
Nel 2004 ha fondato, assieme ad altri cinque soci, l'Associazione Culturale Zasso, operante nella zona veneziana, della quale è tuttora membro, nonché webmaster del sito internet a essa afferente (www.zasso.it). Nel 2005 ha dato un senso al proprio interesse per la letteratura, facendo parte della Giuria Popolare per il Premio Letterario Nazionale “Erbacce Letterarie”, organizzato dalla suddetta Associazione Culturale Zasso.
Appassionato da tempo immemorabile di lettura e scrittura, ma solo di recente in modo manifesto, ha finora al suo attivo, come risultato di maggior rilievo, il 2° posto ex-aequo nella 3° edizione del Premio Letterario Nazionale “Gianfranco Rossi per la giovane letteratura” (2005), per la categoria “Prosa” (18-39 anni).

:: E-Book recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 88 millisecondi