:: Home » Articoli » 2011 » Giugno
2011
29
Giu

La Città di Adamo

Commenti () - Page hits: 1350
Pagg.299 Euro 18,00 Fazi Editore
 
Marcello Vincinguerra è un imprenditore agricolo di successo. Quarant’anni, sposato con la bella e sofisticata Ludovica, proprietaria di un negozio di arredamento che ama fare l’amore sui mobili acquistati, ha ereditato dal padre Vittorio, morto dieci ani fa, una delle imprese più importanti del settore. Una sera, in tv guarda un programma televisivo dedicato ad un boss della camorra, Adamo Pastorelli,  ucciso nel 1993 e, in un fotogramma riconosce lui e il padre che camminano, tenendosi per mano, per le vie del quartiere Eurano, regno della camorra.  Un fatto che lo sconvolge perché incomincia a nutrire “ buchi neri del dubbio” sula personalità del padre. Chi era? Perché si trovava ad un colloquio con un boss? La sua impresa, all’inizio sull’orlo del fallimento, perché era diventata leader nazionale nel settore ortofrutticolo? Non a caso, cita nell’esergo due frasi  sulla verità:  una di Anselmo D’Aosta e una seconda di Paul Auster e la copertina di Marco Verrelli ha, come titolo, Enigma.  Domande alle quali cerca di risponde interrogando uomini di  fiducia del padre come Brenno Fontana,  cercando di ricostruire la figura del padre, di interpretare i suoi silenzi e di capire se era vittima o carnefice .Una foto, scattata negli anni 50, lo aiuterà a comprendere la vera storia del padre, a decifrare situazioni ,  atteggiamenti e accordi commerciali del genitore come quello con i supermercati “Asso” di proprietà di un amico di Vittorio. Un viaggio a ritroso nel passato, alla ricerca della verità. Libro esistenzialista? , un giallo dell’anima? L’analisi del rapporto fra padre e figlio? . Sì, questi sono temi che Nisini affronta in questo secondo libro, il primo “La demolizione del Mammut” è del 2008, (premio Corrado Alvaro opera prima) ma quello che emerge, in maniera predominante,  dalla lettura del libro,  è il labile confine fra il bene e il male, i limiti che un figlio può avere della conoscenza di un genitore.  Scritto in prima persona, Nisini ci trasporta in una sorta di labirinto ricco di colpi di scena, di persone ritrovate , a distanza di mezzo seco, per cercare di comprendere la verità. Dal punto di vista stilistico, il libro è pregevole per la struttura dell’impianto narrativo, molto solido, per  la caratterizzazione dei personaggi, per i dialoghi intensi, specie quelli con Brenno e Ludovica. Un romanzo dove Nisini  ci parla anche della difficoltà del rapporto di coppia e delle sue crisi, in questo romanzo superate dopo un periodi non felice  tra il protagonista e Ludovica.  Un libro da  non perdere,  che conferma le notevoli qualità letterarie di Nisini.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 78 millisecondi