:: Home » Articoli » 2011 » Giugno
2011
27
Giu

Come lei mi insegna

Commenti () - Page hits: 1300
prefazione di Mino Rollo, pag. 144, euro 13.00
 
Scherzosa e socievole, nonostante il rigore manifesto e l'intransigenza nel giudicare colleghe e colleghi, ma ancor più capi e dirigenti, e ancorché donne, l'insegnante Dora, voce e personaggio inventato (ma siamo quasi in un Dora=Loredana, s'immagina) dalla salentina Loredana Ruffilli, percorre un pezzo della sua carriera, a eventi simbolici, per dimostrare a lettrici e lettori che la scuola che non capisce Brunetta (non la marcia ma il ministro) è tutta qui; un mondo dentro il mondo e a parte, rispetto al mondo stesso. Eppure meglio ricominciare dell'autrice: Loredana Ruffilli, classe '61, nata a Squinzano. Che studia sodo sodo è diventa insegnante di francese. Allora, fermiamoci, per tornare al romanzo/memoriale. Al libro divulgativo. Perché Dora è un modello, un modello di vita, si dice solitamente, per alunne e alunni, per scolaresche, fatte d'età diversa, che hanno il piacere d'incontrare nel loro percorso educativo tutto l'essere professionale che Dora/Loredana sa esprimere. L'Editore, forse giustamente ma molto soffermandosi sul parziale, parla di “libro bianco sulla scuola e su chi la vive e la soffre”. Però qui le pagine aggiungono più a un secondo passaggio spiegato in sede di presentazione del testo: “(...) storia di una vocazione, di uno slancio idealistico destinato a scontrarsi frontalmente con una istituzione inaridita da fardelli burocratici (...)”. Eppure la migliore di tutte le spiegazioni arriva praticamente verso la fine dell'opera. Dove, in pratica, insegnando a dei giovani non proprio d'asilo, la protagonista deve aggiungere ulteriori dosi d'umanità-umano alla sua vita. Grazie alla comparsa, si comprendere, d'un ragazzo. Un giovane che da sottofondo della vicenda diventa pian piano perno della storia. Un soggetto che vale microcosmo non atteso e comunque deviante per la linea ritta e dritta di Dora. Ci sono esperienze indimenticabili, date dall'insegnamento. Questo pare dirci Dora. E l'autrice, Loredana Ruffilli non può che sottoscrivere l'affermazione sostenuta dal corpo e sangue da lei messo alla luce. Per che genere di 'lettore' è “Come lei m'insegna”? La lettura dice che si parte sempre dalla Scuola.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 44 millisecondi