2010
28
Ott

Sushi soto la Mole

Commenti () - Page hits: 950
Frilli Editori
 
Fabio Beccacini, trentatreenne ligure, giunge al suo terzo romanzo noir con un'opera di tutto rispetto. 'Sushi sotto la Mole' (Frilli Editori), alla terza ristampa in pochi mesi, e seconda avventura del commissario genovese Giorgio Paludi, è un giallo ben calibrato con un paio di 'effetti speciali' interessanti. Nella trama del romanzo le storie se ne stanno in controluce ricalcando quelle che, a tratti, viviamo giorno per giorno. All'interno della stilizzazione del noir, Beccacini, schizza un disegno dalle molte ombre. Ed è in quei ritagli senza luce che si svolgono le cose più misteriose e inquietanti. Sushi sotto la Mole non è il classico giallo a scatole cinesi, o un rompicapo 'della stanza chiusa'. O meglio, il plot mistery c'è, ed è condito da alcune trovate anche metaletterarie molto gustose. Ma quello che convince, è la resa pittorica di una città mai abbastanza esplorata dalla narrativa di genere. Un miscuglio di fiction e realtà conclamata, di ragazze madri e criminali da ghetto, cani, gatti e uomini che attraversano un inverno gelido sperando in qualche modo di lasciare il loro segno. Sorprende, che la crisi economica mondiale, s'infiltri tra le pagine del libro fino a incrinare la stabilità dei personaggi con delle piccole sottolineature, dei graffi sul vetro, che rendono opaca la scrittura, come se fosse annebbiata. La stessa nebbia, anche letteraria e citazionistica, che avvolge torino in un mantello. Fabio Beccacini questa volta forzando le linee del genere finisce per scrivere un romanzo tout court, con alcune piccole sbavature (a volte la scrittura sembra tradire una certa fretta, ma è quasi un vezzo)... è un libro che vi farà venire voglia di incontrare la notte di Torino, sedervi in un caffè, conoscere i personaggi del libro e i loro animali.Conobbi, e pubblicai, Fabio Beccacini per primo con Il Foglio, con il suo Via del Campo, un racconto lungo noir ambientato nei bassi genovesi. Sono quindi, e rimango, di parte, ma non posso che confermare le sue qualità, abbinate ora a una maturazione stilistica nella lunghezza del romanzo. L'han già detto altri, ma colpisce la coralità della storia e l'umanità del narratore. In mezzo a libri tanti al chilo e scrittori inventati a tavolino, Sushi sotto la Mole è un romanzo che ha qualcosa da dire: sembra una frase scontata, ma nella narrativa in vendita nelle nostre librerie non lo è affatto. Passate Parola.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Gordiano Lupi

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Collabora con La Stampa di Torino. Traduce gli scrittori cubani Alejandro Torreguitart Ruiz e Yoani Sánchez. Ha pubblicato molti libri monografici sul cinema di genere italiano per la casa editrice romana Profondo Rosso. Collabora con www.tellusfolio.it curando rubriche su Cuba, cinema italiano e narrativa italiana. Tra i suoi lavori più recenti: Cuba Magica – conversazioni con un santéro (Mursia, 2003), Un’isola a passo di son - viaggio nel mondo della musica cubana (Bastogi, 2004), Almeno il pane Fidel – Cuba quotidiana (Stampa Alternativa, 2006), Mi Cuba (Mediane, 2008), Fellini - A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Sangue Habanero (Eumeswil, 2009), Una terribile eredità (Perdisa, 2009), Per conoscere Yoani Sánchez (Il Foglio, 2010), Fidel Castro – biografia non autorizzata (A.Car, 2010), Velina o calciatore, altro che scrittore! (Historica, 2010). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009). Pagine web: www.infol.it/lupi


MAIL: lupi@infol.it
WEB:
www.infol.it/lupi
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 59 millisecondi