:: Home » Articoli » 2008 » Agosto
2008
11
Ago

Essemmesse

Commenti () - Page hits: 1200
Casa Editrice: Effedue Edizioni
Collana: Bianco & Nero
Anno Edizione: 2006
ISBN: 88-88061-55-X
Pagine: 96
Prezzo: Euro 10, 00
Per acquistarlo, scrivi una e-mail a:
 
    In Essemmesse di Patrizio Pacioni, un giallo italiano da incastonare nella migliore tradizione del genere,  fin dalle prime pagine la personalità del commissario <>, il ricorso alla deduzione psicologica e alla descrizione comportamentale dei personaggi (per es. nei rapporti tra madre e figlia, ecc.), il procedere lento sì, ma coinvolgente, dell’indagine lasciano spazio all’immaginazione e alle supposizioni del lettore, ma, attenzione, <<…quanti anni di galera rischia di beccarsi un colpevole di… “insinuazione”?>>. La consistenza dei dialoghi, inclini, a volte, all’ironia e al sorriso, che non attenuano molto la gravità del momento e del discorso, rende più snella e ancor più piacevole la narrazione e ci fa pensare a Pioggia nera di Dennis Lehane. Le qualità caratteriali, il modo di vivere l’amicizia e di espletare il lavoro del commissario Cardona e del suo subordinato meridionale Gargiulo, il modo di dialogare tra i due, spesso e volentieri divertente e divertito, ricordano il giovane detective Pat Kenzie e il suo tirapiedi Bubba, della stessa opera di Lehane. 
 
   Un libro e una biblioteca protagonisti in Essemmesse, in Ninna nanna, il fantasy di Chuck Palahniuk, e nel romanzo storico di Umberto Eco Il nome della rosa
 
   In Essemmesse c’è certamente la convinzione del commissario Cardona, così come la richiesta di Poirot di descrivere le mani del gioco in Carte in tavola ,  che il disegno delle mappe, richiesto ai sospettati, riveli situazioni, motivazioni psicologiche la cui interpretazione lo aiuterà a risolvere il caso.
 
   E’ una partita quella che lo scrittore gioca contro il lettore.Patrizio Pacioni “lascia montare la tensione dell’attesa” dell’incontro di Diana e Cardona, “col suo sguardo penetrante” e un “ghigno assai poco rassicurante”, e dello smascheramento dell’assassino di Rocco Ridolfi, ma,in quest’ultimo caso, indubbiamente, il commissario ha più prove, che indizi, di quante ne abbiamo noi.
   Re della foresta, il “Leone”, e, sicuramente, re della partita che i nostri personaggi sembrano giocare sul pavimento a scacchiera della Biblioteca Municipale di Monteselva, riportato nelle bellissime ed originali tavole illustrative, guarda caso in bianco e nero, di Fabio Fobia: Monteselva, teatrino di oscure vicende, “situata a mezza strada tra Parma e Piacenza nel più suggestivo sito del Paese delle Fantasie”, come si può apprendere dal blog;: http://www.patriziopacioni.com/cardona

   Il nome Monteselva (Forse un’eco lontanissima della dantesca “selva oscura”?), il fitto manto di nebbia, “che si taglia col coltello”, in cui è ammantata durante l’inverno, già di per sé sanno di mistero, di intrigo… E inducono ad immaginare un “Lasciate ogni speranza, voi ch’intrate” sulla porta del commissariato ove lavora il “Leone”!

   Luoghi, fatti e personaggi, alcuni riferimenti storici e politici, in Essemmesse , assecondando l’esigenza del lettore di contestualizzare, rendono più credibili le vicende. Si ha, infatti, la sensazione che queste ultime siano realmente avvenute o che possano avvenire nel prossimo futuro.  “Chissà quali sono i misteriosi meccanismi psicologici che regolano la scelta dei posti…”.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simonetta De Bartolo
Simonetta De Bartolo, recensore ed intervistatrice, è conduttrice de “Lo Scaffale”, rubrica di recensioni letterarie di www.patriziopacioni.it autentico web-magazine dedicato alla scrittura e a ogni altra forma di espressione artistica, alla solidarietà e all’’attualità. Nata a Cosenza, si è laureata in Lettere moderne, sottoindirizzo artistico, all’Università della Calabria, e ha condotto ricerche in campo etnologico. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari e, per alcuni anni, ha fatto parte delle redazioni de La Tela Nera e di Progetto Babele, dell’Associazione culturale “Il Foglio” e del comitato di lettura di «NetEditor», sito su cui ha pubblicato recensioni, racconti e poesie. Ha collaborato con “Il Foglio Magazine” e alla pubblicazione di un volume pensato dagli editori della rivista «Italian Culture», organo ufficiale dell’Aais (Associazione americana per gli studi di italianistica). Sulla rivista «Encuentro de la cultura cubana», ha pubblicato una recensione del volume di autori vari, curato da William Navarrete, Versi tra le sbarre, dato alle stampe nel 2006 dalle Edizioni Il Foglio di Piombino (Livorno). Collabora con le e-zine Progetto Babele, Segreti di Pulcinella, StradaNove e KULT Underground; con i siti Web La Tela Nera, che, nel 2004, le ha pubblicato alcune recensioni nell’e-book antologico “Sangue sui libri”, con Opera Narrativa, KULT Virtual Press. Fa parte dello Staff del portale culturale “L(‘)abile traccia”. In questi ultimi anni si è segnalata e distinta anche nel settore delle interviste letterarie Per La Tela Nera, dopo aver recensito alcune importanti loro opere, ha dialogato con gli scrittori Davil Buio, Andrea Moneti e il caporedattore e fondatore di Progetto Babele, Marco R. Capelli; Per Progetto Babele con Francesco Gitto, Vittorio Bongiorno, Fabio Marangoni, Patrizio Pacioni. Infine, per www.patriziopacioni.it, Sacha Naspini e lo stesso Patrizio Pacioni.
MAIL: Simonadebartolo@libero.it
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 55 millisecondi