2008
16
Gen

All’inferno ci vado in Porsche

Commenti () - Page hits: 800
Mursia – Pag. 390 – Euro 15
 
«Non ti senti mai come se ci fosse già un posto prenotato per noi all’inferno?» mi domanda Claudio tetro. Fammi un favore, bello» sbotto. «Non stressarmi con queste stronzate.» Faccio una pausa, poi aggiungo: «Quel che è fatto è fatto. Se proprio devo andare all’inferno, almeno ci vado in Porsche».
 
I fan di Pier Francesco Grasselli non si lasceranno sfuggire All’inferno ci vado in Porsche, dopo essersi innamorati di una gioventù scoppiata  che passa notti da sballo ne L’ultimo Cubalibre. Grasselli fa rivivere ancora una volta quelle atmosfere degradanti, fa parlare i protagonisti, frammenta la storia attraverso numerosi io narranti e descrive la vita quotidiana di un gruppo di ragazzi tra discoteche, internet, playstation, video di Mtv, e giornate vuote. Il romanzo è diretta filiazione del primo, racconta notti di sesso sfrenato, condite da droga e alcol per riempire giornate di ragazzi senza interessi. All’inferno ci vado in Porsche è il romanzo dei giovani sballati dell’alta borghesia, ma è anche il romanzo della Google generation, che naviga su internet, guarda i video musicali, gioca alla playstation tutto il giorno e alla sera si sballa in discoteca. I protagonisti viaggiano in Porsche come simbolo di elevazione sociale, vestono jeans della Diesel e stringono un Nokia N91 per non sentirsi sfigati. Nel romanzo ci sono anche i perdenti, gli sfigati senza speranza, le strafiche, i pusher, i drogati persi, le puttane, le donne facili e i cocainomani. Grasselli descrive un campionario di umanità giovanile sconcertante ma che purtroppo esiste e fa paura sentirselo rammentare.  Lo stile di Grasselli ricalca il primo romanzo. Squadra che vince non si tocca, diceva Ferruccio Valcareggi. La scrittura è diretta, senza fronzoli, priva di concessioni letterarie, scarna ed essenziale. Pier Francesco Grasselli è uno che sa scrivere e lo ritengo un peccato che si fossilizzi su questo tipo di narrativa  commerciale. Ho letto alcuni anni fa un suo testo inedito molto poetico, un romanzo di formazione che aveva soltanto bisogno di essere editato per trasformarlo in un romanzo interessante. Spero che sia quella la sua terza pubblicazione e che abbandoni il genere gioventù scoppiata. Lo dico per lui, visto che alla fine mi cita pure nei ringraziamenti. E io sono grato a lui per essersene ricordato. Mica capita sempre…
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Gordiano Lupi

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Collabora con La Stampa di Torino. Traduce gli scrittori cubani Alejandro Torreguitart Ruiz e Yoani Sánchez. Ha pubblicato molti libri monografici sul cinema di genere italiano per la casa editrice romana Profondo Rosso. Collabora con www.tellusfolio.it curando rubriche su Cuba, cinema italiano e narrativa italiana. Tra i suoi lavori più recenti: Cuba Magica – conversazioni con un santéro (Mursia, 2003), Un’isola a passo di son - viaggio nel mondo della musica cubana (Bastogi, 2004), Almeno il pane Fidel – Cuba quotidiana (Stampa Alternativa, 2006), Mi Cuba (Mediane, 2008), Fellini - A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Sangue Habanero (Eumeswil, 2009), Una terribile eredità (Perdisa, 2009), Per conoscere Yoani Sánchez (Il Foglio, 2010), Fidel Castro – biografia non autorizzata (A.Car, 2010), Velina o calciatore, altro che scrittore! (Historica, 2010). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009). Pagine web: www.infol.it/lupi


MAIL: lupi@infol.it
WEB:
www.infol.it/lupi
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 71 millisecondi